Divorzio? No grazie di Alessandro Vigini Recensione

Direzione ritorno uno dei portali più conosciuti in Italia che aiuta gli uomini e le donne a riconquistare i propri amati è pronto a lanciare l’ultimo libro del suo creatore, Alessandro Vigini, Divorzio? No grazie.

In Italia negli ultimi anni c’è stato un vero e proprio incremento dei divorzi.

Un tasso così elevato non si era mai visto tanto che nel 2018 sono stati registrati circa 1,6 milioni di divorzi in tutta la nazione.

Un dato importante e simbolo che oggi si preferisce interrompere un rapporto di coppia anziché sanarlo.

E che ha portato le istituzioni a lanciare un vero e proprio allarme, perché affianco a questo dato preoccupante ce né un altro che desta non poca preoccupazione e cioè il calo dei matrimoni e delle unioni civili anno dopo anno.

Sembra proprio che sempre più coppie scelgano di lasciarsi e di non prendere mai una posizione definitiva.

La causa di questi dati così elevati e preoccupanti si è riscontrata nei tradimenti, aumentati secondo molti a causa dei social network che permettono a tutti di interagire con chiunque molto più facilmente rispetto a prima.

Ovviamente la verità sta nel mezzo, infatti se da una parte è vero che i social network hanno abbassato la soglia del pudore e hanno dato coraggio anche ai più timorosi, dall’altra parte troviamo un’altra realtà però ben diversa.

Infatti dobbiamo considerare che dietro un tradimento la maggior parte delle volte c’è un rapporto di coppia non soddisfacente e pesante da sopportare.

Questo porta la nostra lei o il nostro lui a cercare conforto in un altro rapporto più soddisfacente.

Le cause di questo malessere sicuramente sono legate alla vita di tutti i giorni, allo stress che ogni giorno affrontiamo e alla scarsa voglia di prestare ancora attenzione alle cose importanti dandole per scontate e molto spesso annullando attenzioni e premure verso il nostro consorte.

Il portale direzione ritorno negli ultimi anni ha rappresentato un faro per migliaia di coppie che non volevano arrendersi e rinunciare al rapporto ma ricostruirlo e risanarlo al meglio.

Il suo fondatore Alessandro Vigini ha sentito l’esigenza di fornire a tutte queste coppie sfortunate un aiuto ulteriore scrivendo il suo nuovo libro Divorzio? No grazie che si sta rivelando una vera e propria strategia incredibile da seguire.

Divorzio? No grazie infatti si distingue incredibilmente da tutti gli altri libri/ manuali che troviamo in circolazione.

In genere ci capita di imbatterci in libri guida ricchi di frasi fatte e contenuti generici da darci uno spunto per migliorare ma non una vera e propria strada sulla quale lavorare.

Questi libri non sono perciò un aiuto concreto per migliorare la nostra vita matrimoniale ma solamente uno spunto dal quale cominciare a lavorare.

Ed è per questo che molto spesso si rivelano inutile e non utilizzabili, visto che non tutti i casi sono uguali e non tutte le coppie hanno gli stessi problemi.

Questo libro invece è un vero e proprio strumento da utilizzare e seguire capitolo dopo capitolo per raggiungere il nostro obiettivo finale.

Il libro apre con una panoramica delle motivazioni e delle azioni che portano due persone ad allontanarsi al tal punto da desiderare il divorzio.

Quando parliamo di divorzio infatti non parliamo di qualcosa di transitorio ma di una scelta definitiva che vede due persone che si sono amate scegliere di prendere due strade diverse rinunciando al loro amore molto spesso.

Quest’analisi ci permette di capire perché i matrimoni falliscono ma al tempo stesso ci permette di capire noi stessi e capire il nostro partner.

Il divorzio infatti non è un atto che arriva dal nulla ma una decisione che arriva dopo un innumerevole quantità di errori, crepe ed incomprensioni che si sono lasciate al caso senza essere mai risolte.

Tutto ciò ha creato una lontananza tra i due partner al tal punto che un giorno si sono scoperti estranei con più niente in comune.

L’inizio del libro ci permette di tornare a conoscere il nostro partner, di aiutarci a capire come sta vivendo questa situazione e di iniziare il primo passo per riaccorciare le distanze.

Quando abbiamo una panoramica chiara sulla nostra situazione attuale allora sarà il momento di iniziare a lavorare per recuperare il nostro rapporto.

E a questo punto il manuale Divorzio? No grazie si trasforma in una strategia che ci fornisce le tecniche di riconquista efficace del nostro partner.

Non una sola tecnica ma 7 tecniche differenti ognuna delle quali può essere utilizzata per determinati casi specifici.

Ogni persona avrà così la possibilità di trovare la tecnica più adatta al suo caso, metterla in pratica e partire alla riconquista del proprio partner. Scongiurando così il fallimento e avendo invece ben chiaro il traguardo da raggiungere.

Ovviamente le strategie prevedono anche una serie di azioni lampo da utilizzare in caso di problemi improvvisi o imprevisti lungo il percorso di riconquista.

Tutto è perciò studiato al minimo dettaglio affinché la riconquista sia efficace e duratura e soprattutto avvenga senza conflitti.

Riconquistare una persona amata ferita non è mai semplice, molto spesso i nostri comportamenti possono aver creato delle crepe davvero profonde ed è per questo che dovremo riconquistare prima la fiducia della persona che abbiamo accanto e poi il suo cuore.

Divorzio? No grazie non è solo questo però.

Oltre a guidarci nella riconquista del nostro amato ci accompagnerà nella formazione di una nuova coppia più forte e solidale di prima.

Ci fornirà infatti gli strumenti per realizzare le basi di una connessione intensa.

La nuova coppia che andremo a creare sarà una coppia consapevole delle sue possibilità, due persone che hanno conosciuto momenti infelici ma che grazie alla volontà e all’amore hanno scelto di lavorare sul proprio rapporto imparando dai propri errori.

Una coppia che cresce insieme giorno dopo giorno.
Su direzioneritorno.it avrete perciò la possibilità di trovare il nuovo manuale di auto- aiuto che vi permetterà di riprendere in mano la vostra vita di coppia per farla tornare nuovamente a splendere e scongiurando così il divorzio.

Dite addio ai 1,6 milioni di divorziati perché voi non rientrerete tra questi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lasciando questo commento approvi al trattamento dei tuoi dati personali. Questi non verranno mai ceduti a terzi e saranno utilizzati solo a fini informativi per questo blog. Leggi la nostra Privacy&Cookie Policy.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.