Essere blogger oggi: scopriamo i metodi per guadagnare!

blogger

Ciao a tutti, oggi voglio affrontare un tema a me molto caro, su cui spesso dibatto con amici e clienti: guadagnare con un blog. È possibile? Vediamolo subito con un percorso negli step da fare per diventare blogger.

Diventare blogger: non tutto e subito

Se anche tu che stai leggendo nella tua vita hai deciso di diventare un blogger e di guadagnare da questo spazio virtuale allora sappi che la tua strada è lunga e in salita. Ricorda però che può riservare bellissime sorprese! Spesso parlando con amici e clienti mi ritrovo a dover spiegare che guadagnare con un blog non è semplice soprattutto se tutti continuato a fare i beauty blogger o ancora più i travel blogger. In realtà pochi riescono ad aprire un blog e guadagnarci tanto da poter vivere. Certo però esistono dei casi di blogger che hanno sorpassato con il proprio successo anche i grandi del web, come Clio make Up o The Blond Salad. Molti però si accontentano di ricevere campioncini omaggio o arrotondare uno stipendio già presente con piccole entrate. Altri addirittura scelgono il travel blogging perché tutto quello che desiderano è avere la possibilità di viaggiare gratis! Diciamo però che il punto di partenza è non credere che sia possibile avere tutto e subito. Quello che ti serve è una sana dose di impegno costante e continuo, strategia e idee chiare oltre che competenze specifiche!

“Ho scelto: divento blogger…ma per chi?”

Secondo punto di partenza per la tua nuova attività da blogger: la nicchia. Se stai pensando di avviare un progetto del genere devi conoscere bene il settore al quale ti riferisci e capire anche quanto questo settore è inflazionato. Questo aspetto è importante perché se non sai cosa scegliere, a meno che tu non abbia una particolare passione, allora scegli qualcosa che abbia meno concorrenza possible. In questo puoi farti aiutare da keyword Planner e andare a studiare la concorrenza della tua parola chiave, e quindi della tua nicchia di riferimento. Per studiare la tua nicchia cerca di individuare bene i volumi di ricerca per capire anche l’interesse che c’è nel pubblico. Nel senso che se decidi di avere a che fare con un blog che tratta di uncinetto e te lo guardano in 20…non va bene! Magari in questo caso puoi allargare l’argomento e prendi il fai da te!

“Ho il blog”: scegli come guadagnare!

Questa frase ti può sembrare assurda ma non lo è perché in realtà devi ben capire come vuoi guadagnare e concentrarti su questo. Esistono infatti vari modi per guadagnare, dalle affiliazioni, ai banner di Adsense a quelli personali, guest posting e infoprodotti come ebook o altro. Diciamo però che devi capire un aspetto fondamentale, a mio parere, devi aprire partita IVA. Non ti spaventare di questo e non credere che ci possa essere il modo di lavorare in modo alternativo se vuoi essere in regola. Leggi l’articolo che ti indico per conoscere della partita IVA i costi principali. Di seguito analizziamo i principali metodi di guadagni dal tuo blog.

Metodo: formazione

Se hai deciso di aprire un blog in un ambito sul quale sei particolarmente efferato allora puoi vendere la tua formazione e trasferire le tue conoscenze, la gente ne ha davvero bisogno. Puoi sia fare formazione online che in aula, in questo secondo caso tieni però presente che dovrai anche organizzare tutto e magari dei tuor di formazione che ti permetteranno di raggiungere la tua schiera di utenti. Un mio consiglio? Inizia dall’online. Per poter avere successo, investi in un ADV social specifico per la formazione e in landing page che chiariscano bene la tua competenza.

Metodo due: travel blogger

Se hai scelto la nicchia del travel blogging allora sappi che puoi usare anche i blog tuor come fonte di guadagno. Lo possono usare in realtà anche i food blogger che partecipano a questi eventi che servono a far scoprire il territorio, un evento, una struttura turistica ad un gruppo di blogger. In questo caso puoi anche vendere un tuo pezzo specifico sul blog, dei post su instagram e perché no, anche delle stories così da concedere al “cliente” una panoramica maggiore sui tuoi follower.

Metodo tre: adsense e i banner

Forse tutti iniziano così, affiliandosi al programma di adsense che praticamente inserisce dei banner sul tuo sito e decide lui cosa far apparire in base alle preferenze degli utenti. Adsense funziona come un manifesto pubblicitario: tu metti il banner, la gente ci clicca su e adsense riceve un pagamento dall’azienda del banner, trattiene una percentuale e il resto lo da a te. Da parte tua devi cercare di sfruttare lo spazio che hai sul blog, scegliere grandi formati, posizionarli dove l’utente li vede più facilmente e non rovinare l’UX del sito perch il lettore possa tornare più facilmente da te. Non hai idea di quanti blog ho smesso di leggere perché avevo adv dovunque!!!!!! Un tempo Adsense regalava grandi emozioni, ora meno, ma non temere, scegli argomenti come la finanza, salute, benessere e assicurazioni e avrai i tuoi introiti! Puoi anche crearti dei banner e venderteli per conto tuo: ricordalo sempre! Non esagerare con i costi però: se hai 10 visite al mese chiedere 300 € per un banner è da matti!

Metodo quattro: infoprodotti

Hai un ebook? Potresti crearne uno e venderlo. Hai una infografica particolare sulle cadenze delle festività tedesche? Ottimo per i social media manager: vendilo! Un tema per wordpress, una landing page, loghi e tanto altro sono tutti strumenti di vendita importanti che puoi sfruttare a tuo vantaggio. Pensaci.

Metodo cinque: post sponsorizzati

Sai che puoi scrivere dei post per i clienti per pubblicizzare i loro prodotti e farti pagare? Puoi anche ospitare sul tuo blog post di altri che si fanno pubblicità e chiedere un pagamento anche per questo! Inoltre gli stessi prodotti potrebbero essere un punto di partenza per l’affiliate marketing che ti permetterà di guadagnare una percentuale su coloro che arrivano dai clienti tramite il tuo post…metti tutto in chiaro, fatti avere un codice e concentrati, il testo deve persuadere il lettore a comprare quel prodotto.

Per altri consigli non esitate a commentare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lasciando questo commento approvi al trattamento dei tuoi dati personali. Questi non verranno mai ceduti a terzi e saranno utilizzati solo a fini informativi per questo blog. Leggi la nostra Privacy&Cookie Policy.