VESTIRE I BAMBINI IN ESTATE: CONSIGLI ANTI CALDO

peachroseblog-come-vestire-bambini-estete-3

Vestire i bambini in estate è uno questione molto importante, ma non è così complicata come può sembrare.

Estate significa sole, caldo, vacanze.

Significa giornate più lunghe, con tante ore di luce tutte da sfruttare, significa vivere all’aria aperta, organizzare gite, pic-nic o semplici passeggiate.

Per le mamme, soprattutto le neo mamme, estate vuol dire soprattutto rispondere all’annoso quesito: come vesto i bambini?

Noi, dall’alto della nostra esperienza, vi vogliamo dare i nostri consigli.

vestire

Come vestire i bambini in estate

Per prima cosa è utile sapere che i bambini, soprattutto molto piccoli, soffrono di più il caldo che il freddo.

Infatti i bimbi piccoli hanno una temperatura corporea più elevata rispetto a quella dei grandi.

Inoltre, il loro sistema di termoregolazione è ancora acerbo e quindi per loro risulta più difficile mantenere la temperatura corporea attorno ai 36°-37° gradi come invece succede a noi adulti.

Come fare allora a capire se un bambino è accaldato?

Semplice: se il vostro bimbo è piccolo e non parla, potete capire se ha caldo mettendogli una mano sulla nuca o dietro la schiena.

Non fidatevi mai delle mani e dei piedi!

Queste, infatti, sono le estremità del nostro corpo e vengono raggiunte dal sangue più tardi rispetto alle altre parti, quindi è possibile che siano sempre più fredde rispetto al resto del corpo stesso.

Quando i bambini sono più grandi, affidatevi invece a loro: se hanno freddo ve lo sapranno dire.

Perciò come si fa a vestire un bambino in modo adeguato per impedire che soffra troppo il caldo?

Innanzi tutto la cosa più corretta è quella di utilizzare vestiti in fibre naturali: lino, cotone ma anche bambù e canapa.

Per cui bandite i vestiti fabbricati con materiali sintetici, che sono anti traspiranti e trattengono il sudore sulla pelle, causando quella sgradevole sensazione di umidiccio e provocando anche odori non troppo piacevoli.

Se le temperature sono molto elevate e si preventiva di passare la giornata all’aperto, possiamo evitare di far indossare ai bambini body o canottiere: magliette a mezze maniche o canotte sono più che adeguate.

vestire

Il body e la canottiera invece sono un must se passiamo dall’esterno all’interno dove c’è l’aria condizionata.

Il primo fattore che provoca l’insorgenza di malanni in estate è proprio lo sbalzo termico: passare da un ambiente esterno in cui la temperatura si aggira sui 30° gradi ad uno interno dove la temperatura è di 22° mette a dura prova il corpo dei bambini.

Un semplice body, per i più piccini, o una semplice canottiera per i più grandicelli evita loro il classico colpo di freddo, mettendoli al riparo anche da mal di gola e mal di pancia.

Un’altra accortezza è quella di far indossare ai bimbi un golf di cotone o una felpa leggera, utile anche quando le temperature si abbassano durante la sera.

Un altro capo che lascia sempre perplessi i genitori è il cappellino: fatelo indossare solo se i vostri bimbi lo sopportano; in caso contrario sappiate che non è indispensabile, anzi, a volte arreca più fastidi che benefici.

La testa, soprattutto nei neonati, è la parte del corpo di maggiori dimensioni ed è proprio da qui che parte la maggior dispersione di calore.

Per questo, sì al cappellino nei mesi freddi, ma anche no in estate.

Per la parte inferiore del corpo pantaloncini corti, vestitini o gonne leggere sono scelte azzeccate.

Anche in questo caso, il nostro consiglio è quello di evitare capi troppo aderenti, ma di preferire vestiti più larghi e freschi.

Ed infine non trascuriamo i piedi.

Se i vostri bambini non camminano, evitate per favore di utilizzare le scarpine almeno nei mesi estivi.

Se siete in un luogo chiuso potete optare per delle calzine di cotone, da togliere assolutamente non appena tornate all’aperto.

Per i più grandicelli, si utilizzano scarpe aperte o tutt’al più chiuse ma di tela.

Accertatevi che il materiale sia di prima qualità e che il modello non provochi vesciche ai loro piedini.

Ed infine, mettete sempre in borsa un’ottima protezione solare, da utilizzare non solo al mare e in montagna, per proteggere la pelle dei bambini.

E non dimenticatevi una bottiglietta di acqua da offrire ai bimbi a intervalli regolari anche quando vi diranno che non hanno sete. In questo modo scongiurate i pericoli legati alla disidratazione.

vestire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lasciando questo commento approvi al trattamento dei tuoi dati personali. Questi non verranno mai ceduti a terzi e saranno utilizzati solo a fini informativi per questo blog. Leggi la nostra Privacy&Cookie Policy.